Cedis_-fontal-_-distribuzione-formaggi
Formaggi

Caratteristiche del Fontal

La produzione del formaggio Fontal è iniziata negli anni Sessanta e Settanta in val di Non presso una società privata produttrice di burro. Accanto alla lavorazione delle panne, uno dei soci della società aveva introdotto la produzione di un formaggio di tipo danese, il cui siero era utilizzato per la fusione dei panoni di burro. Dopo qualche anno tale produzione è stata sostituita con quella similare del Fontal, formaggio dalle caratteristiche organolettiche particolari legate soprattutto alla qualità e alla freschezza del latte utilizzato. Ottenuto da latte intero vaccino pastorizzato di una o due mungiture, il Fontal è un formaggio di media consistenza, dal sapore dolce e delicato.

  • La forma è cilindrica a facce piane con diametro che varia dai 34 ai 40 cm e uno scalzo convesso compreso tra 7 e 10 cm. Il peso varia da 10 a 12 kg.
  • La pasta è dolce, morbida, di colore giallo paglierino, con occhiatura rada, tondeggiante, medio-grande e distribuita con regolarità.
  • La crosta – di colore rossiccio dovuto alle toelettature eseguite con uno straccio imbevuto in acqua e sale – si presenta liscia, elastica e sottile.
  • La stagionatura minima è di 30 giorni.

Formaggio da tavola, è ideale consumato come secondo piatto o utilizzato anche come ingrediente in svariate preparazioni data la sua facilità a fondere e la sua delicatezza nel gusto. Originario della Val di Non in Trentino Alto Adige, il Fontal è ormai prodotto a livello industriale dal Piemonte alla Lombardia e in particolare nel Trentino.