latticini

I 10 più famosi formaggi italiani nel mondo

formaggi sono dei deliziosi alimenti ricchi di calcio a cui è quasi impossibile resistere e l’Italia è maestra nella produzione di queste perle di latte.

Nel nostro paese esistono oltre 400 tipologie di formaggio, ma quali sono quelli più conosciuti nel mondo? Scopriamolo insieme.

  1. PARMIGIANO REGGIANO/GRANA PADANO DOP: il primo viene prodotto in Emilia-Romagna, mentre il secondo è tipicamente lombardo ma viene prodotto anche in Trentino Alto Adige, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto (in queste zone si estende appunto la Pianura Padana).

E’ un formaggio con una stagionatura che va dai 12 ai 18 mesi per il Parmigiano,mentre per il Grana arriva fino a 20.

Sono a pasta dura ma friabile, sono caratterizzati da un sapore intenso e vengono spesso utilizzati per condire i primi piatti.

  1. GORGONZOLA DOP: prodotto nelle regioni Piemonte e Lombardia, esiste nella versione dolce o piccante.

E’ un formaggio muffettato e viene prodotto con il latte della vacca Penicillium Roqueforti.

Può essere anche venduto con l’aggiunta di noci, salmone o mascarpone che lo rendono ancora più gustoso;

  1. TALEGGIO DOP: viene prodotto nella valle omonima ma anche in Veneto, Lombardia e Piemonte.

E’ caratterizzato da una crosta spessa (data dalle diverse spugnature con acqua e sale) ma dall’interno morbido.

La sua stagionatura dura circa 40 giorni e rilascia un odore e sapore intenso.

  1. MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP: la migliore viene senz’altro prodotta nelle regioni meridionali d’Italia, il latte impiegato è ovviamente quello di bufala.

Ha una pasta filata e morbida ed un sapore molto simile a quello dello yogurt. Ottima da degustare da sola ma anche come condimento per la pizza, altra specialità italiana famosa nel mondo;

  1. FIORE SARDO DOP: formaggio proveniente dalla Sardegna, viene prodotto dai pastori con il fuoco a legna e questo processo gli conferisce un aroma affumicato.E’ un prodotto grasso dalla media-lunga stagionatura.
  1. PECORINO DOP: ne esistono ben 3 versioni: sardo, toscano e romano, che variano secondo il luogo di produzione.

Formaggio grasso dalla consistenza dura o semidura , viene sottoposto ad una media-lunga stagionatura.

Per il pecorino toscano e romano viene impiegato il latte di mucca, mentre per quello sardo quello di capra.

Esiste in versione dolce o stagionata dal sapore più forte.

  1. FONTINA DOP: prodotto tipico della Valle d’ Aosta, è caratterizzato da un intenso colore giallo paglierino e da una crosta molto sottile non commestibile.

E’ un formaggio decisamente grasso che viene sottoposto a stagionatura media minima di 3 mesi in acqua salata.

Ha un sapore deciso e viene spesso impiegato per la realizzazione della fonduta, piatto tipo regionale.

  1. CACIOCAVALLO SILANO DOP: proveniente dalla Calabria, Basilicata, Puglia e Molise, viene prodotto con il latte delle mucche allevate allo stato brado e sottoposto ad una stagionatura di 30 giorni all’interno di cantine apposite appeso a delle travi.

La sua pasta è filata ed esiste in versione dolce o piccante;

  1. ASIAGO DOP: prodotto tipico della città di Vicenza ma anche di tutto il Veneto.

Per la realizzazione di questo formaggio viene impiegato il latte vaccino ed è caratterizzato da aromi differenti poichè ne esistono tre versioni: mezzano, vecchio o stravecchio.

Il primo ha una stagionatura di 4-6 mesi e ha un sapore dolce.

Il secondo ha una stagionatura che supera i 10 mesi, mentre quella dello stravecchio supera i 15.

Entrambi hanno un sapore molto forte e deciso arrivando anche ad avere delle note piccanti.

  1. PROVOLONE VALPADANA DOP: formaggio prodotto in Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna.

Caratterizzato da una pasta dura/semidura e filata, è un alimento grasso prodotto con latte vaccino.

Sono disponibili due versioni: quella dolce e quella piccante; la prima è sottoposta a stagionatura di circa 30 giorni, mentre la seconda arriva fino a 16 mesi.